ISOLE ORIENTALI DELLA MALESIA: UN ASSAGGIO DI PARADISO

Posti dove l’emergenza Covid-19 sarà solo un ricordo, dove sarà facile rispettare la “distanza sociale” sulle immense spiagge e dove è possibile staccare la spina per rigenerarsi.

Stiamo parlando delle isole della costa orientale della Penisola Malese. Per farvi viaggiare con la fantasia riprendiamo una newsletter dell’Ente del Turismo della Malesia e vi portiamo alla scoperta di queste incredibili quanto piccole isole situate lungo la costa orientale della Malesia perfette per una vacanza tra marzo e ottobre.

mappa-isole-malesia-orientale-1 Isole orientali malesi: un assaggio di paradiso

La Malesia è una destinazione davvero particolare che si differenzia da qualunque altro paese per alcuni fattori. In primis la foresta pluviale tropicale e le sue isole caratterizzate da sabbie chiare e acqua turchese dalle mille sfumature. Pochi posti al mondo permettono di combinare nello stesso viaggio esperienze così ricche, senza dimenticare la varietà multietnica, la cultura antica, la gastronomia, il benessere, lo sport, lo shopping, le tradizioni e il folklore.

E in questo articolo è proprio delle isole che vi vogliamo parlare. Le principali isole della costa Est sono Perenthian, Tioman, Redang, le maggiori per estensione e sviluppo turistico, ma ci sono anche Tenggol, Lang Tengah e Kapas.

Queste destinazioni possono essere facilmente raggiunte utilizzando i servizi di navigazione che partono dalle stazioni marittime situate lungo la costa. Porti marittimi ben connessi a Kuala Lumpur da voli giornalieri e brevi trasferimenti stradali. Diversamente dalla costa Ovest, sulla costa Est il monsone soffia da ottobre a marzo: in questo periodo, il meno indicato per una visita, diversi resort chiudono.

Le isole della costa Est non sono però solo spiagge, fondali e mare cristallino. Le isole sono caratterizzate anche da fitte foreste pluviali, incantevoli resort, eredità storiche, villaggi di pescatori dove la vita scorre ancora lenta e semplice. Ciascuna isola ha le proprie peculiarità e può essere adatta ad ogni tipo di viaggiatore. Per gli esploratori di foreste, gli appassionati di diving e snorkeling, gli amanti del relax e del comfort, i romantici osservatori del cielo stellato e degli orizzonti al tramonto.

Vediamo ora, una ad una, quali sono le isole (“Pulau” in lingua locale), perché sceglierle e come raggiungerle.

Pulau Perhentian

1.-isole-malesia-orientale_perhentian_01 Isole orientali malesi: un assaggio di paradiso

Le due isole che formano Perenthian sono situate a 20 km dalla costa e, per via dell’assenza di hotel e resort di grosse catene alberghiere internazionali (ci sono comunque resort esclusivi di minori dimensioni e sistemazioni per backpackers) e del trasporto motorizzato, puoi realmente sentirti in un paradiso tropicale lontano da tutto.

Alcuni visitatori scelgono l’isoletta di Kecil, la più piccola, perché più low-cost e con una vita sociale più vivace. Altri preferiscono Besar per l’atmosfera tranquilla, i silenzi della natura e sistemazioni di livello superiore, sebbene più accessibili nei prezzi di quanto si possa immaginare.

Perenthain è probabilmente l’isola migliore per conseguire la licenza da subacqueo e dove soggiornare se siete soprattutto amanti dello snorkeling. Qui la barriera corallina si trova appena fuori dal resort e oltre la spiaggia di soffice sabbia bianca.

 

Perché Perenthian: un incredibilmente ricco mondo sottomarino, spiagge bianche ed acque trasparenti, resort intimi e tranquilli (soprattutto a Besar), sistemazioni per ogni budget e dinamica vita sociale (soprattutto a Kecil).

Come arrivarci: con voli Malaysia Airlines, Air Asia o Firefly da Kuala Lumpur a Kuala Terengganu o Kota Bharu (45 minuti). Dall’aeroporto in autobus o taxi si raggiunge il porto di Kuala Besut in circa un’ora e mezza. Da qui si prosegue in barca per un viaggio di circa un’ora fino alla sistemazione scelta.

Pulau Redang

2.-isole-malesia-orientale_redang_01 Isole orientali malesi: un assaggio di paradiso

Il gruppo di isole che forma Redang si colloca a circa 45 km dalla costa ed è situato all’interno di un parco marino protetto. Redang è conosciuta per la bellezza delle spiagge immacolate, la natura e i suoi resorts, di cui molti appartengono a catene alberghiere internazionali.

L’isola attrae appassionati di avventure eco-sostenibili oltre che gli amanti del puro relax. Lussureggianti foreste color smeraldo coprono Redang, dalle cui morbide colline si possono avere bellissimi scorci del mare del Sud della Cina.

 

Perché Redang: spiagge incantevoli ed acque cristalline, esperienze ecologiche (per esempio presso la nursery delle tartarughe marine), il parco marino, resorts di standard internazionale, spiagge per prendere il sole e diversi luoghi fuori dai percorsi più turistici. Alcune metà meno turistiche sono la piscina naturale di Pasir Gontang e la spiaggia di Pasir Mak Kepit, dove si narra che sia ancora possibile sentire il profumo lasciato da una leggendaria principessa vissuta nel passato.

Come arrivarci: per raggiungere Redang si vola da Kuala Lumpur fino all’aeroporto di Kuala Terengganu. Da qui si prosegue in autobus o taxi fino al porto di Merang. Da Merang partono le barche che in circa un’ora di viaggio raggiungono Redang e quindi il resort scelto.

Pulau Tioman

3.-isole-malesia-orientale_tioman_01 Isole orientali malesi: un assaggio di paradiso

Pulau Tioman è l’isola più grande di un arcipelago che include anche Seri Bulat, Sembilang, Tulai, Chebeh, Labas, Sibu and Renggis. Tioman si trova a circa 60 km dalla costa, nello stato federale di Pahang.

Come Perenthian e Redang è conosciuta per i suoi meravigliosi fondali e per le innumerevoli possibilità di diving e snorkeling. Se comparata alle due isole precedenti Tioman appare piacevolmente meno sviluppata e in gran parte coperta da una fitta giungla, senza infrastrutture invasive, grosse strade e lussuosi hotels di grandi dimensioni.

Tioman si attraversa principalmente a piedi grazie a sentieri e percorsi che collegano piccole spiagge paradisiache e villaggi nascosti. Tioman è riconosciuta come una delle più belle isole del mondo, con una natura rigogliosa popolata da farfalle, cervi, scimmie, iguane e una ricchissima fauna marina. L’isola è circondata da acque cristalline azzurre e color smeraldo, eccellenti per lo snorkeling.

Inoltre l’isola offre la possibilità di venire a contatto con usi e costumi locali: ogni villaggio (i maggiori sono Salang, Tekek, Genting, Paya e Juara) ha il suo charme e la sua autenticità e sicuramente merita di essere visitato. Inoltre, si possono persino scalare le ripide rocce granitiche che sorgono in mezzo alla giungla.

 

Perché Tioman: per l’incredibile mondo sottomarino, le piccole spiagge paradisiache, il trekking e il climbing, la possibilità di avvistare animali, la cultura locale e i villaggi autentici. Una leggenda narra della storia della “principessa-drago” che scelse Tioman per riposare e fermarsi per sempre.

Come arrivarci: Tioman si trova a 32 chilometri al largo della costa dello stato del Pahang. Da Kuala Lumpur in auto o in autobus si raggiunge Mersing, o Tanjung Gemok, con un viaggio di circa cinque ore. Da qui si prendono i traghetti per l’isola di Tioman.

Pulau Tenggol

4.-isole-malesia-orientale_Pulau-Tenggol_01 Isole orientali malesi: un assaggio di paradiso

Pulau Tenggol è un’isola molto piccola e meno nota rispetto alle tre isole descritte precedentemente. I suoi fondali sono però splendidi per il diving con oltre venti location tra cui scegliere per immersioni indimenticabili. Qui le correnti sono più forti ed è per questo che Tenggol viene suggerita a subacquei con esperienza.

L’isola, inoltre, è attraversata da diversi sentieri ideali per semplici trekking e, ovviamente, non mancano spiagge dove è possibile rilassarsi al sole. Ci sono solo tre sistemazioni sull’isola e sono caratterizzate da tipiche capanne di legno sulla spiaggia raggiungibili solo via mare. Esse sono estremamente semplici, spartane e adatte ai backpackers.

Pulau Lang Tengah

5.-isole-malesia-orientale_Pulau-Lang-Tengah_01 Isole orientali malesi: un assaggio di paradiso

Anche Lang Tengah è un’isola molto piccola e poco nota. L’unico modo di raggiungere Lang Tengah è via mare dal porto di Merang. L’isola può essere circumnavigata in soli dieci minuti e le sue spiagge sono piccole.

Come per Tenggol, le dimensioni ridotte dell’isola hanno impedito lo sviluppo del turismo. Infatti qui si trovano solo piccole sistemazioni, semplici e completamente integrate nell’ambiente circostante. Come Tenggol, anche Lang Tengah è adatta a viaggiatori zaino in spalla senza pretese.

Pulau Kapas

6.-isole-malesia-orientale_Pulau-Kapas_01 Isole orientali malesi: un assaggio di paradiso

Kapas è un’altra isoletta al largo della costa dello Stato di Terengganu e dista circa 6 km dal litorale di Marang. Come per le altre isole di minori dimensioni la sua caratteristica è l’atmosfera intima e tranquilla dove i soli rumori sono quelli delle onde e del vento che scuote le palme.

Le sue spiagge sono bianche ed immacolate e le acque trasparenti sono casa di un’incredibile fauna marina composta da coralli, pesci multicolori e tartarughe. Anche a Kapas è facile praticare diving e snorkeling, oltre al windsurf, alla vela e alla pesca. Le strutture sono limitate, semplici e spartane.

Sei alla ricerca di un soggiorno lungo la costa ovest per una vacanza da ottobre a marzo? Non perderti la nostra selezione delle migliori strutture lungo questo tratto di costa. Clicca qui per maggiori informazioni.

Ti interessano queste destinazioni? Contattaci e disegniamo insieme il tuo viaggio su misura

Indica quali destinazioni o specifici resort ti interessano