COSA FARE IN ISLANDA: ESPERIENZE DA VIVERE IN ISLANDA AD AGOSTO

Un’isola dai paesaggi suggestivi, dove i fiumi scorrono attraverso i deserti e la lava fusa erutta dal ghiaccio, l’Islanda è un regno di forti contrasti. È un paese dove gli elementi naturali danzano tra i poli del fuoco e del ghiaccio durante gli inverni con infinite notti ed estati con il sole che non tramonta mai.

2.-cosa-fare-in-islanda_cop-interna Cosa fare in Islanda: le migliori esperienze

Alcune delle domande che più spesso vengono poste agli islandesi sono cosa fare in Islanda, quali esperienze consigliano di vivere durante un viaggio in quest’isola e quali luoghi e visite sono assolutamente imperdibili.

I confini dell’Islanda rimangono aperti ai visitatori, anche se con restrizioni durante questo periodo di pandemia. Ma intanto possiamo iniziare a sognare cosa fare in Islanda durante il nostro prossimo viaggio e, ottimisticamente, immaginare di poter andare in Islanda ad agosto 2021.

Può essere un po’ complicato decidere cosa fare in Islanda e dove andare. Prima di prenotare un viaggio in quest’isola, infatti, ci sono molti fattori da tenere in considerazione.

Tante attrazioni uniche e paesaggi estremamente diversi e mozzafiato. Una piccola isola che però offre molto e vanta alcune destinazioni imperdibili. In questo articolo troverai alcune delle visite imperdibili e, come potrai notare, la maggior parte sono attività a contatto con la natura che permettono di vivere esperienze facendo comunque attenzione alle misure messe in atto per contenere la diffusione del virus.

Non sai come visitare l’Islanda? Se preferisci essere completamente autonomo puoi noleggiare un’auto e girare autonomamente, ma è anche possibile organizzare tour privati con autista o tour per piccoli gruppi.

Continua a leggere per scoprire le migliori esperienze.

Esplora l’area geotermica del lago Myvatn

3.-islanda-ad-agosto_lago-Myvatn Cosa fare in Islanda: le migliori esperienze

A circa un’ora di auto a est della “Capitale dell’Islanda settentrionale”, Akureyri è un paese delle meraviglie geologico e geotermico chiamato area del lago Mývatn. Una serie di eruzioni catastrofiche ha formato questi laghi più di due millenni fa. L’area ora vanta una ricchezza di gemme nascoste tutte da scoprire. Qui si trovano moltissime specie di uccelli che popolano le acque in estate e gli interessati alla flora dovrebbero fare attenzione alle palle di muschio che si formano qui come in pochi alti luoghi del mondo.

Intorno al lago Mývatn si trovano crateri pseudo vulcanici. Dimmuborgir, invece, è una distesa di lava soprannominata la Fortezza Nera. Qui, nascosta in una grotta, si trova la sempre più famosa sorgente termale di Grjótagjá. Non è possibile immergersi a causa delle temperature, ma è una visita imperdibile per tutti i fan delle serie Game of Thrones.

Non mancano altre vasche naturali dove è possibile rilassarsi, altopiani rocciosi dove si trovano fumarole ribollenti, pozzi di fango e incredibili cascate, come Dettifoss la cascata più potente d’Europa.

Fotografa l’Asbyrgi Canyon

4.-islanda-ad-agosto_Asbyrgi-Canyon Cosa fare in Islanda: le migliori esperienze

Nel nord-est dell’Islanda, appena fuori dai sentieri più battuti, c’è un paesaggio naturale così complesso che i primi islandesi potevano attribuire la sua esistenza solo all’intervento divino. Essi credevano che il canyon a forma di ferro di cavallo di Ásbyrgi si fosse formato quando uno degli zoccoli del cavallo islandese a otto zampe di Oðin venne a contatto con il suolo.

Le scogliere che lo circondano e l’altopiano che si erge dal centro consentono di ammirare alcuni dei panorami più spettacolari e da qui è possibile scattare fotografie incredibili. La valle è punteggiata da boschetti di betulle, salici, abeti, larici e pini. Un luogo così ricco di vegetazione che è difficile immaginare sia effettivamente in Islanda. Pertanto, non c’è da meravigliarsi che molti miti dell’Islanda abbiano origine da qui.

Passeggia lungo le spiagge del sud

5.-cosa-fare-in-islanda_le-spiagge-del-sud Cosa fare in Islanda: le migliori esperienze

La costa meridionale è una regione che tutti dovrebbero considerare di visitare quando decidono cosa fare in Islanda. Se le cascate, i ghiacciai e i vulcani sono bellissimi, le spiagge di sabbia nera sono davvero uniche.

La maggior parte della costa dell’isola è rocciosa e frastagliata ma la zona sud è vulnerabile alle inondazioni glaciali che hanno eroso le rocce rendendole sabbia.

La più famosa di queste spiagge di sabbia nera è Reynisfjara. Come molti dei posti più belli dell’Islanda, la sua bellezza deriva da quanto siano spogli e inquietanti i suoi paesaggi.

Poco distante dalla spiaggia si trovano due pilastri di basalto chiamati Reynisdrangar. Si crede che siano troll congelati dalla luce del sole mattutino. Essi si affacciano sulla montagna Reynisfjall, caratterizzata da rare colonne esagonali.

A pochi passi da Reynisfjara si trova il magnifico arco marino di Dyrhólaey, solo uno dei tanti bei posti in cui vedere le pulcinelle di mare in estate.

Più a est si trova “il gioiello della corona della natura islandese”, la laguna glaciale di Jökulsárlón, che si trova vicino alla spiaggia dei diamanti.

Durante tutto l’anno, la laguna è piena di iceberg che lentamente si dirigono verso l’oceano dopo essersi staccati da una lingua glaciale. Quando raggiungono il mare, le onde li spingono sulla spiaggia e il risultato è affascinante. Aggiungi i colori dell’aurora boreale o le tonalità del sole di mezzanotte, e avrai uno spettacolo che sembra creato da un romanziere fantasy.

Come se il sito non fosse abbastanza completo, è possibile osservare le foche che giocano nella laguna e in mare aperto. Infine, il vicino ghiacciaio Vatnajokull ospita meravigliose grotte di ghiaccio.

Scopri le meraviglie della penisola di Snaefellsnes

6.-cosa-fare-in-islanda_penisola-di-Snaefellsnes Cosa fare in Islanda: le migliori esperienze

Se vuoi vedere i diversi paesaggi dell’Islanda, tutto ciò che devi fare è pianificare una gita di un giorno nella penisola di Snæfellsnes, soprannominata l’”Islanda in miniatura” per l’enorme varietà di paesaggi presenti. Sebbene tutti siano unici, nessuno è paragonabile al ghiacciaio Snæfellsjökull. Snæfellsjökull è un ghiacciaio a due punte che si trova su un vulcano sulla punta della penisola, circondato da campi di lava frastagliati e da una costa spettacolare su tre lati. Puoi vederlo da alcune delle altre principali attrazioni della zona, come il borgo quasi abbandonato di Búðir ​​e i faraglioni di Lóndrangar.

Il ghiacciaio occupa un posto così speciale nel cuore degli islandesi che lo hanno dichiarato Parco Nazionale nel 2001. Condivide questo status solo con altri due siti in tutto il paese. Il luogo ha ispirato molte opere d’arte, in particolare la letteratura. Il più famoso è il romanzo di fantascienza di Jules Verne, “Viaggio al centro della Terra”.

In giornate serene Snæfellsjökull può essere visto da Reykjavík guardando attraverso la baia di Faxaflói, ma non c’è paragone con la visita del sito stesso.

Viaggia lungo la Golden Circle Route

7.-cosa-fare-in-islanda_Golden-Circle-Route Cosa fare in Islanda: le migliori esperienze

Se non hai molto tempo da dedicare al viaggio ma vuoi vedere il maggior numero di attrazioni turistiche il più rapidamente possibile, prendi in considerazione un tour lungo la Golden Circle Route.

Lungo questa strada troverai attrazioni come il famoso Parco Nazionale di Thingvellir, le Placche Tettoniche, il luogo in cui si trovava il Parlamento islandese e lo Strokkur Geyser. Il percorso prosegue poi verso la cascata Gullfoss e il Kerid Crater Lake. Attraverserai uno spettacolare paesaggio di campi lavici e foreste, interrotto da torrenti cristallini.

L’intero anello copre circa 300 km partendo da Reykjavík fino agli altopiani del sud e ritorno. Ci vogliono solo circa cinque ore per raggiungere alcuni dei punti più famosi dell’isola. Certo, ci sono anche diverse deviazioni che meritano una visita se si ha abbastanza tempo da dedicare.

Lasciati incantare dalla cascata di Gullfoss

8.-islanda-ad-agosto_cascata-di-Gullfoss Cosa fare in Islanda: le migliori esperienze

La cascata di Gullfoss è forse la cascata più famosa in Islanda e si trova sul fiume Hvita. Il nome in realtà significa “Cascate d’oro” per via dei riflessi dell’acqua nei giorni soleggiati. Il fiume, scorrendo verso l’oceano, genera due salti, uno di undici metri e l’altro di ventuno per poi stringersi in una gola profonda. L’altezza totale è di 32 metri. I visitatori possono osservare le cascate da un sentiero che porta alla base oppure dall’alto. Dal 1975 il luogo è stato inserito all’interno di una riserva naturale.

Scendi nelle grotte di lava di Leidarendi

Le grotte di lava di Leidarendi sono famose per i loro interni colorati e per le stalattiti e le formazioni rocciose increspate che troverai quando scendi al loro interno.

Le grotte sono il risultato di depositi di lava che si sono solidificati nel corso degli anni e il loro nome in islandese si traduce in “La fine del viaggio”. Le grotte sono facili da visitare come parte di una gita di un giorno dalla vicina Reykjavik e puoi strisciare e camminare attraverso le camere sotterranee usando una torcia per illuminarti il percorso.

Fotografa la chiesa di Hallgrimskirkja

9.-islanda-ad-agosto_chiesa-di-Hallgrimskirkja Cosa fare in Islanda: le migliori esperienze

Situata nella capitale Reykjavik e facilmente individuabile da qualunque angolo della città, la chiesa Hallgrimskirkja è assolutamente imperdibile. È la più grande del suo genere in Islanda. L’architettura della chiesa è imponente e maestosa. In realtà prende ispirazione dalla cascata Svartifoss nel sud del paese e all’esterno si può notare una statua di Leif Ericsson, famoso per aver scoperto il Nord America nel 1.000 d.C, circa 500 anni prima di Cristoforo Colombo.

La facciata è composta da blocchi di cemento disposti come ali ai lati del campanile alto circa 74 metri. Sulla sommità di quest’ultimo si trova un’ampia cuspide piramidale che ospita 29 campane. L’interno è mozzafiato e imperdibile sono gli organi.

Osserva le balene e altri animali marini

10.-islanda-ad-agosto_pulcinella-di-mare Cosa fare in Islanda: le migliori esperienze

Oltre venti specie di balene, delfini e foche popolano le acque islandesi rendendo l’isola una delle principali destinazioni per l’osservazione di questi giganti del mare. In luoghi come i fiordi occidentali è possibile avvistare le balene anche dalla riva!

Húsavik è spesso soprannominata “la capitale europea dell’osservazione delle balene”. Si trova vicino alla baia di Skjálfandi, che pullula di vita acquatica per tutta l’estate. Gli avvistamenti sono quasi quotidiani.

Occasionalmente è possibile scorgere anche orche, balenottere azzurre e persino narvali disorientali. L’estate è anche la stagione di nidificazione di molte specie di uccelli migratori, in particolare la pulcinella di mare. Quindi un viaggio in Islanda ad agosto permette di vivere esperienze uniche e incontri ravvicinati con animali incredibili.

Goditi i trattamenti naturali nella Blue Lagoon

11.-islanda-ad-agosto_blue-lagoon Cosa fare in Islanda: le migliori esperienze

La Blue Lagoon è forse il centro termale geotermico più visitato del paese. L’acqua qui è di un blu opaco, lattiginoso, un colore unico al mondo.

La piscina è ricca di minerali e di batteri buoni. Le maschere di silice sono disponibili per tutti gli ospiti. Sia l’acqua che le maschere rendono la laguna un luogo di cura.

Il luogo si trova all’interno della penisola vulcanica di Reykjanes, nota per i suoi paesaggi aspri e inquietanti. Campi di lava ricoperti di muschio grigio circondano la spa. Osservare il paesaggio attraverso un velo di vapore rende il tutto ancora più suggestivo.

Qui è possibile anche concedersi trattamenti di bellezza personalizzati realizzati con prodotti naturali come alghe e minerali rari adatti a chi soffre di malattie della pelle.

Esplora i fiordi orientali

I fiordi orientali dell’Islanda sono scarsamente popolati e si trovano nel punto più lontano da Reykjavík. È probabile che solo coloro che hanno a disposizione più tempo e l’auto li vedano. Sicuramente consentono di entrare in contatto con i paesaggi islandesi lontano dalle folle di turisti, fornendo la tranquillità che tanti cercano durante il loro viaggio sull’isola.

Guidando su e giù per i passi di alta montagna e lungo i bordi delle scogliere spettacolari, vedrai magnifici paesaggi marini e viste incredibili del Parco Nazionale del Vatnajökull e del suo enorme ghiacciaio centrale. I fiordi orientali sono anche l’unica regione del paese in cui è possibile vedere le renne vagare libere.

Nonostante la sua lontananza, l’Oriente ha diversi insediamenti come Djúpivogur, Seydisfjörður e Egilsstaðir, dove è possibile trovare tutti i servizi essenziali. Queste città e villaggi tradizionali sono immersi in una natura incredibile. Seydisfjörður è particolarmente spettacolare, immerso nel profondo di un fiordo con scogliere a picco e splendide viste sull’oceano.

Visita i fiordi occidentali

Come l’estremo oriente islandese, i fiordi occidentali sono meno frequentati rispetto a quelli del sud, sud-ovest e nord.

Conosciuti per una ricca storia di folclore, misticismo e magia, essi sono tanto belli quanto culturalmente affascinanti. Dalle imponenti scogliere di Hornstrandir alle cascate di Dynjandi, qui c’è qualcosa per tutti. Questa zona dell’isola vanta il ghiacciaio più settentrionale, Drangajökull, la pittoresca baia di Arnarfjörður, la montagna Bolafjall e persino l’isola di Flatey, piena di pulcinelle di mare. Tutto questo e altro ancora compongono i diversi e incredibilmente splendidi paesaggi del nord-ovest dell’Islanda.

Islanda ad agosto: cosa sapere

Stai pensando di visitare l’Islanda ad agosto? Com’è il tempo in Islanda ad agosto? E gli eventi?

Agosto è uno dei mesi più caldi dell’anno in Islanda, non solo per il suo clima, che può competere con le temperature calde di luglio, ma anche per i numerosi festival ed eventi. Praticamente ogni fine settimana c’è da fare qualcosa e gli abitanti locali si riversano nelle strade. Agosto è l’apice della stagione estiva, il sole di mezzanotte si avvicina alla sua fine lasciando spazio ai cieli notturni che mancavano da mesi e quindi al fenomeno dell’aurora boreale.

Ad agosto tutte le strade dell’isola sono aperte quindi questo periodo è perfetto per noleggiare un’auto e iniziare un viaggio alla scoperta della prorompente natura. Festival, competizioni sportive e mercati all’aperto insieme a un clima mite (temperature compre tra i 10°C e i 15°C), soleggiato e poco piovoso, rendono agosto uno dei mesi migliori per un viaggio in Islanda. Tuttavia, il fattore vento è importante. È necessario portare gli indumenti giusti: il tradizionale maglione islandese, il lopapeysa, è un capo di abbigliamento traspirante che offre un ampio isolamento dai venti improvvisi.

Ingresso in Islanda: precauzioni Covid-19

viaggi-covid-19-e1612867091792 Cosa fare in Islanda: le migliori esperienze

Negli ultimi mesi l’Islanda ha lavorato duramente per contenere la diffusione del virus. Al momento, però, l’ingresso in Islanda è consentito ai viaggiatori provenienti dall’Italia.

Dal 19 agosto 2020 all’arrivo tutti i passeggeri possono scegliere o di osservare una quarantena di 14 giorni oppure di effettuare una procedura di doppio screening che comprende due tamponi e una quarantena di 5-6 giorni nell’intervallo tra i due campioni. Il primo test è a carico del viaggiatore e costa circa 60-80 €. Il secondo tampone è gratis. I minori nati nel e dopo il 2005 sono esenti dal test e dalla quarantena.

Sono esenti da quarantena i viaggiatori in grado di produrre certificazione medica che hanno precedentemente contratto il Covid-19 e completato il periodo di quarantena. Sono accettati certificati emessi sia in Islanda che nei paesi UE/SEE.

Se il risultato del secondo tampone è negativo non sono necessarie ulteriori precauzioni. Se il risultato è positivo è necessario auto-isolarsi.

Prima della partenza è necessario compilare un’autocertificazione ed è raccomandato scaricare l’app di tracciamento islandese.

Per informazioni sempre aggiornate consultare il sito “Viaggiare Sicuri” cliccando qui.

Hai deciso cosa fare in Islanda o di visitare l’Islanda ad agosto?
Contattaci per organizzare il tuo viaggio su misura.



    Indica quali destinazioni o specifici resort ti interessano



    Tags :

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *