CORRIDOI TURISTICI COVID FREE: ECCO DOVE E COME PARTIRE IN SICUREZZA

Ecco l’elenco dei paesi dove partire con i corridoi turistici Covid Free autorizzati dal ministero della salute Italiano, e le risposte alle domande su come utilizzarli. I corridoi turistici Covid Free permettono di viaggiare in sicurezza e legalità, e senza l’obbligo di quarantena al ritorno.

3 Corridoi turistici Covid free

Il mondo dei viaggi si avvia finalmente verso la normalità, anche grazie ai sei nuovi corridoi turistici covid free attivi dal primo febbraio 2022.

I nuovi corridoi turistici covid free permetteranno viaggi sicuri, legali e senza obbligo di quarantena al ritorno verso i paesi seguenti:

  • Cuba
  • Singapore
  • Turchia
  • Thailandia (limitatamente all’isola di Phuket)
  • Oman
  • Polinesia francese

Queste destinazioni si aggiungono alle altre sei già presenti nei corridoi turistici covid free attivati a settembre 2021:

  • Aruba
  • Maldive
  • Mauritius
  • Seychelles
  • Repubblica Dominicana
  • Egitto (limitatamente alle zone turistiche di Sharm El Sheikh e Marsa Alam)

Questo elenco è stato approvato fino al 30 giugno 2022: si può quindi programmare con tranquillità le vacanze dei prossimi mesi.

CHI PUO’ AVVALERSI DEI CORRIDOI TURISTICI COVID-FREE?

Sono autorizzati a spostarsi, a fini turistici, verso i Paesi indicati, esclusivamente i viaggiatori muniti di:

  • certificazione che attesti il completamento del ciclo vaccinale o, in alternativa
  • certificazione di avvenuta guarigione

Tali certificazioni possono essere sotto forma di Green Pass ovvero certificazione equivalente e riconosciuta dall’Italia secondo la normativa vigente.

I viaggiatori che rispondono a tali requisiti e sono autorizzati a viaggiare nell’ambito dei Corridoi Turistici Covid-free, dal 1 febbraio 2022, devono presentare al vettore all’atto dell’imbarco e a chiunque è deputato a effettuare i controlli, l’attestazione rilasciata dall’operatore turistico, denominata “travel pass corridoi turistici”, contenente le informazioni relative agli spostamenti, alla permanenza presso le strutture e alla polizza COVID.

COME FUNZIONANO I CORRIDOI TURISTICI?

Il viaggiatore dotato di certificato vaccinale o di guarigione, in partenza dal territorio nazionale per un soggiorno all’estero nell’ambito di un corridoio turistico Covid-free, deve:

  • sottoporsi a un test molecolare o antigenico condotto con tampone e risultato negativo, nelle quarantotto (48) ore precedenti la partenza;
  • Al momento della partenza presentare il Travel Pass Corridoi Turistici rilasciato dal proprio Tour Operator o dalla propria agenzia di viaggi (non sono autorizzati i viaggi “fai da te”)
  • se la permanenza all’estero supera i sette (7) giorni, sottoporsi a ulteriore test molecolare o antigenico in loco;
  • prima di rientrare in Italia, nelle quarantotto (48) ore precedenti l’imbarco, è necessario sottoporsi a un test molecolare o antigenico, condotto con tampone e risultato negativo;
  • all’arrivo in aeroporto in Italia, è necessario sottoporsi a ulteriore test molecolare o antigenico, con risultato negativo. Questo test, dal 1 febbraio 2022, può essere effettuato anche entro le ventiquattro ore successive al rientro nel territorio nazionale, con obbligo di isolamento fiduciario fino all’esito dello stesso.

I CORRIDOI TURISTICI COVID FREE SONO LE UNICHE DESTINAZIONI PER VIAGGIARE?

Fortunatamente, oltre ai corridoi turistici cofid free, ci sono altri paesi già aperti al turismo italiano e senza particolari restrizioni, in particolare:

  • Arabia Saudita
  • Argentina
  • Canada
  • Cile
  • Colombia
  • Emirati Arabi Uniti
  • Perù
  • Qatar
  • Regno Unito
  • Stati Uniti d’America
  • Hong Kong
  • Unione Europea (tutti i paesi)

Questa lista viene aggiornata con regolarità dal ministero della salute, va quindi seguita con attenzione. Nuove destinazioni possono essere aggiunte, ma anche rimosse dall’elenco, in base alla situazione epidemiologica del paese.

Puoi consultare la lista completa (Elenco D) dei paesi aperti al turismo sul sito Viaggiare Sicuri.

CI SONO ALTRE AVVERTENZE PER VIAGGIARE VERSO QUESTI PAESI?

Assolutamente si!

I viaggiatori sono tenuti a rispettare le disposizioni previste per l’ingresso dalle autorità locali dei Paesi di destinazione (ad esempio, tamponi PCR all’ingresso, compilazione di formulari di salute pubblica o di localizzazione del passeggero, se richiesti).

E’ sempre consigliabile rivolgersi ad un professionista esperto della normativa e dei viaggi all’estro per evitare di vedersi rifiutato l’ingresso nel paese, o essere assoggettati ad un periodo di quarantena.

CHE ASSICURAZIONI SERVONO?

Molti paesi, come ad esempio Aruba, richiedono un’assicurazione malattia che copra i costi di permanenza nel caso sia disposta una quarantena in loco. Si tratta del cosidetto Cover Stay, che deve essere assolutamente coperto dall’assicurazione di viaggio e con durata e massimali adeguati (alcune assicurazioni coprono solo pochi giorno, mentre la quarantena può arrivare a due settimane o più).

Inoltre è consigliabile stipulare un’assicurazione annullamento che copra anche i rischi legati alla pandemia, in particolare nel caso non si possa più partire perché trovati positivi al covid prima del viaggio.

Mettiti in contatto con noi ed i nostri esperti ti daranno tutte le indicazioni necessarie per una vacanza in totale sicurezza.



    Indica quali destinazioni o specifici resort ti interessano



    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.